Battlefield: Bad Company 2 (Essentials) - PlayStation 3 Visualizza ingrandito

Battlefield: Bad Company 2 (Essentials) - PlayStation 3

Electronic Arts

5030931111075_PS

Nuovo prodotto

Il 6 ottobre 1944, durante l'ultima fase della Guerra del Pacifico, un gruppo di commando statunitensi si infiltra in un'isola controllata dalla marina imperiale giapponese nel mare del Giappone. La squadra, dopo lo sbarco, recupera uno scienziato giapponese disertore che stava lavorando ad un'arma segreta, dal nome in codice "Aurora". Durante tutta la missione vengono uditi inquietanti ...

Maggiori dettagli

Attenzione: Ultimi articoli in magazzino!

6,90 € tasse incl.

Dettagli

Il 6 ottobre 1944, durante l'ultima fase della Guerra del Pacifico, un gruppo di commando statunitensi si infiltra in un'isola controllata dalla marina imperiale giapponese nel mare del Giappone. La squadra, dopo lo sbarco, recupera uno scienziato giapponese disertore che stava lavorando ad un'arma segreta, dal nome in codice "Aurora". Durante tutta la missione vengono uditi inquietanti rombi scuotere l'isola. Il gruppo si impadronisce di un sottomarino per tentare la fuga, ma una volta allontanatosi dalla costa, dall'isola parte un enorme lampo che genera un'onda anomala che investe il sottomarino, facendolo affondare ed uccidendo tutti gli occupanti. L'operazione viene giudicata un fallimento e tenuta nascosta dai vertici statunitensi. Persino nel presente, tale missione viene giudicata una leggenda nota con il nome di "Operazione Aurora".

Oggi la "Bad Company", squadra di pessimi elementi composta dai soldati Preston Marlowe, Terrence Sweetwater, George Gordon Haggard ed il sergente Samuel Redford, sta combattendo dietro le linee nemiche in Siberia, nel tentativo di assassinare un ufficiale nemico, chiamato Kirilenko, e recuperare un dispositivo tenuto dai russi che nel frattempo avevano conquistato il mondo eccetto Africa e Stati Uniti. Dopo una difficoltosa fuga ed essere riusciti solo a recuperare l'oggetto, in quella che consideravano la loro ultima missione di servizio, i soldati del gruppo scoprono che il dispositivo che hanno recuperato è un falso.

Il generale Braidwood ha bisogno di loro, e così li arruola nella "Divisione Attività Speciali", inviandoli subito in una missione che consiste nell'impedire ai russi di mettere a punto il dispositivo ed utilizzarlo.

La squadra viaggia in Bolivia in cerca di un agente della CIA di nome Aguire. Dopo molti scontri a fuoco con una milizia paramilitare locale, riescono a trovare e mettere in salvo Aguire. Ma questi chiede loro di recuperare dei dati di intelligence da un satellite francese, che può essere controllato da una base collocata sulla catena delle Ande. Sweetwater fa schiantare il satellite e la squadra si dirige e verso il punto d'impatto, riuscendo a resistere ad un contrattacco russo intenzionato a distruggere i relitti del satellite. Marlowe recupera la scatola nera e dopo aver disceso la montagna rischiando di rimanere congelato viene recuperato dalla squadra. Durante l'estrazione, Aguire spiega alla squadra la storia dell'Operazione Aurora e dell'arma inizialmente posseduta dai giapponesi. Spiega che essa, una volta attivata, dà luogo a potentissimi impulsi elettromagnetici, che potrebbero potenzialmente lasciare gli Stati Uniti nel buio totale senza elettricità e nell'assenza di comunicazione e protezione tecnologica, permettendo un attacco da parte dei russi. Aguire aggiunge infine che l'uomo responsabile della ricostruzione dell'arma è Arkady Kirelenko, il colonnello dell'esercito russo che la squadra doveva eliminare in Siberia.

Kirelenko viene creduto nascosto in Cile. Marlowe e la squadra vengono supportati da dei corazzati e da truppe delle forze USA nel trovare Kirelenko. Dopo vari scontri a fuoco riescono a trovarlo, ma approfittando di un'esplosione Kirelenko riesce a sottrarsi a loro. L'unico indizio che rimane alla squadra è una polizza di carico di una nave abbandonata chiamata "Sangre de Toro", che il colonnello teneva in mano. Aiutato dal resto della squadra, Marlowe raggiunge le coordinate, trova il relitto della nave in mezzo al deserto ed in esso un contenitore contenente un composto essenziale all'uso dell'arma ed un diario nel quale è annotata la verità sull'operazione Aurora.

Nel raggiungere Aguire in Colombia, l'elicottero della squadra viene gravemente danneggiato ed i 4 componenti si paracadutano e vengono separati. Dopo essersi riuniti e aver trovato il pilota dell'elicottero Flynn riescono a scappare dalla milizia locale a bordo dell'elicottero che gli stessi miliziani avevano riparato. Quando si incontrano con Aguire, Marlowe gli consegna il composto, ma poi si viene a sapere con un colpo di scena che Aguire ha in realtà ingannato la squadra alleandosi con Kirilenko. Egli vuole vendetta per quello che il governo degli Stati Uniti ha fatto a suo padre, Wyatt, uno dei commando che persero la vita nell'operazione Aurora, dopo aver scoperto che gli alti vertici militari americani sapevano dell'arma e che li stavano mandando a morire. Nonostante l'alleanza con Kirilenko, il russo tradisce Aguire e lo uccide rubandogli la pistola e sparandogli all'addome. Flynn in quel momento interviene con l'elicottero e salva il resto della squadra, ma un RPG lanciato da uno degli uomini di Kirelenko colpisce il suo elicottero uccidendolo con grande dolore di Haggard.

Dopo essere sfuggiti ad un attacco di mortai in una città, Marlowe e la squadra trovano un grande aereo da carico, un Antonov An-124 (su cui Haggard poi spiega le informazioni sul suo successore l'An-225), che si crede contenga l'Aurora. Questo viene immediatamente confermato quando l'arma rilascia un potente impulso elettromagnetico, che distrugge tutto l'equipaggiamento elettronico nella città e disattiva tutti i veicoli militari. La squadra riesce ad infiltrarsi sull'aereo poco prima che questo decolli. Una volta entrato nell'area di carico, il gruppo trova Kirilenko, che tenta nuovamente di attivare l'Aurora, mentre il volo è a circa 130 chilometri dal Texas. La squadra decide quindi di far saltare il portello di accesso alla stanza dell'Aurora.

I combattimenti a bordo del velivolo, e la distruzione dell'Aurora danneggiano l'aereo, che inizia a precipitare. La squadra si getta fuori ma Kirelenko tenta di prendere l'ultimo paracadute a mezz'aria. In caduta libera Marlowe uccide Kirelenko con una pistola prima di prendere il paracadute da Sweetwater. Il gruppo riesce ad atterrare e si raggruppa in Texas dietro l'aereo ormai distrutto. Poco dopo, il generale Braidwood li informa che devono aiutare l'esercito statunitense a difendersi da un'invasione russa in arrivo, proveniente dall'Alaska, con ovviamente il disappunto della squadra.

Caratteristiche

PiattaformaPlayStation 3
Multigiocatore (Off-Line)Si
GenereShooter

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi una recensione

Battlefield: Bad Company 2 (Essentials) - PlayStation 3

Battlefield: Bad Company 2 (Essentials) - PlayStation 3

Il 6 ottobre 1944, durante l'ultima fase della Guerra del Pacifico, un gruppo di commando statunitensi si infiltra in un'isola controllata dalla marina imperiale giapponese nel mare del Giappone. La squadra, dopo lo sbarco, recupera uno scienziato giapponese disertore che stava lavorando ad un'arma segreta, dal nome in codice "Aurora". Durante tutta la missione vengono uditi inquietanti ...

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

29 altri prodotti della stessa categoria: